Nel mese di Maggio la messa domenicale viene celebrata al Santuario Madonna del Fosco.

Ecco il programma:

Domenica 19:
ore 10.00 per tutti
ore 11.30 pellegrinaggio di Montecchio

Domenica 26:
ore 10.00: pellegrinaggio di Castagnola
ore 11.00: pellegrinaggio di Bastardo

“Secondo la leggenda, nel luogo in cui oggi sorge il santuario, nell’ultima domenica di luglio del 1413 durante una pestilenza che imperversava da un decennio, la Madonna portando una croce e una rosa, apparve ad un giovane pastore, manifestando il desiderio di essere venerata, attraverso una cappella costruita in suo onore, in quel luogo, chiamato Fosco perché allora coperto da folti boschi.
La Madonna pose la mano sul capo del fanciullo lasciandovi impresso un segno.
Poiché la peste cessò, nel luogo dell’apparizione fu edificata un’edicola (lunga otto palmi e alta 10), che, in seguito, fu trasformata in chiesina nel 1450 ca. e in chiesa nel 1600 ca.
Di ciò v’è traccia in una lapide scritta a caratteri gotici e collocata nella parete a sinistra dell’altare ove si legge: ANNO DOMINI MCCCCXIII DIE DOMINICA ULTIMA MENSIS IUNII APPARUIT VIRGO MARIA CUM CRUCE ET ROSA CUIDAM PUERO.
La devozione dei fedeli, sempre crescente, volle una chiesa che nel 1811 fu ampliata e nel 1837 fu restaurata.
In quell’occasione venne posta sulla parete a destra dell’altare un’epigrafe che recita: D.O.M. SACELLUM HOC DEO IN HONOREM BEATEA VIRGINIS DICATUM REFECTUM FUIT ANNO DOMINI MDCCCXI.
Il santuario risultò ancora insufficiente e nel 1854, l’attuale tempio a croce greca, fu ampliato su disegno di Don Giovanni Merlini, fu posta la prima pietra dell’attuale chiesa dal vescovo Arnaldi di Spoleto, che poi la inaugurò l’8 ottobre 1860 e la Venerata immagine, dipinta a guazzo nel 1415 da Ottaviano Nelli da Gubbio, fu incoronata e consacrata”.
(Fonte –  I luoghi del silenzio)