dal 1953 la voce di San Gaspare nel mondo

Contemplare Maria Addolorata con le parole di San Gaspare

Da Redazione

Come a Gesù sulla Croce gli veniva detto: “Se sei il figlio di Dio, scendi dalla croce!”, così – scrive San Gaspare – che anche Maria “si poteva esimere dalla Croce”. Almeno per tre ragioni.
Maria infatti poteva scegliere di lasciare il luogo della crocifissione anzitutto “per non soffrire la grande pena” di vedere il figlio soffrire in quel modo e morire. San Gaspare cita la schiava di Abramo, Agar, «allorché viaggiando per le Campagne di Bersabea, e vedendo che il suo bambino agonizzava lo adagiò su di un sasso, ed ella messa in disparte si mise a singhiozzare dicendo: “No! Non mi fido di veder con gli occhi miei morire un figlio. Non vedrò mio figlio morire!”».
Inoltre – scrive San Gaspare – che anche la “sua modestia verginale” doveva persuaderla di non stare alla vista dei quei malvagi che, nel crocifiggere il figlio, avrebbero maledetta e schernita anche lei come madre. Infine, la terza ragione è perché poteva giustamente credere che “la sua presenza avrebbe accresciute le pene del figlio”.
Ebbene, – dice San Gaspare – «sì poteva farlo», Maria poteva non rimanere sotto la croce, «ma non lo fece» ed egli spiega anche il perché. «Perché l’amor che portava al figlio l’obbligò ad assistere alla sua morte. Fuggirono dal Calvario gli Apostoli e tutti gli Ebrei beneficati da Cristo, perché il loro amore non era così fervoroso. “Allora tutti i discepoli, abbandonatolo, fuggirono” (Mt 26, 56). Ma Maria che amava Gesù non badò a nulla, ma intrepida […] stabat».
Cioè la madre rimase lì presso suo Figlio. È la meravigliosa scena d’amore di Maria Addolorata e della Pietà.
Scrive ancora San Gaspare che «Diede l’eterno Padre con eccesso di carità il suo figlio a noi; diede Mari con impeto di tenera dilezione il proprio figliolo per noi».
Nella scena di Maria sotto la croce contempliamo davvero il meraviglioso mistero della sua maternità “divina”, che è di grande consolazione per tutte le mamme e per tutti noi, da allora e per sempre. Maria Santissima Addoloarata prega per noi.

Condividi          

Editoriale
Password
Speranza

Speranza

Di Terenzio Pastore
C’è bisogno urgente di missionari…

Colloqui con il padre
Altri in evidenza
Altri in evidenza
La Copertina di NsDs Novembre Dicembre 2021
Ultimo numero
Nel Segno del Sangue
La nostra voce forte, chiara e decisa sulla società, sul mondo, sull’attualità, sulla cultura e soprattutto sulla nostra missione e vita spirituale come contributo prezioso alla rinascita e allo sviluppo della stessa Chiesa.

Abbonati alle nostre riviste

Compila il modulo on-line con i tuoi dati e riceverai periodicamente il numero della rivista a cui hai deciso di abbonarti.
Le nostre riviste
Le nostre riviste
Primavera Missionaria: il bollettino di S. Gaspare
Nel Segno del Sangue: il magazine di attualità dell’USC
Il Sangue della Redenzione: la prestigiosa rivista scientifica.