Vespri

INNO

Grati, festanti, Padre, ti lodiamo:
tu sei nel Cielo nostra luce e guida;
ogni tuo figlio, Gaspare beato,
in te confida.

Tu, nel divino sangue dell’Agnello,
l’anima ardente candida rendesti;
dal crocifisso mite Nazzareno
forza attingesti.

E nella gente, perfida, aggressiva,
lacrime dolci, Gaspare eccitasti:
Cristo Signore, gioia della vita,
lieto additasti.

Dall’infinita Carità sospinto,
nel sacrificio mistico incruento
brama nutristi d’imitare Dio
fatto alimento.

Alla tua voce, quanti vili, indegni,
empi, corrotti piansero l’errore,
e dalla Croce colsero segreti
slanci d’amore!

Or, glorioso dai celesti onori,
colma i tuoi figli della tua pienezza:
portino al mondo oppresso i vivi doni
della salvezza.

Padre benigno, Figlio redentore,
Spirito Santo, fonte d’ogni vita,
a te per sempre lode, adorazione,
gloria infinita. Amen.

 

Oppure un altro inno o canto adatto approvato dal-
l’autorità ecclesiastica.

1 ant.In ogni tempo e in ogni luogo
          il Signore sia lodato e amato.

SALMO 112   Lodate il nome del Signore

Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili (Lc 1,52).

Lodate, servi del Signore,*
    lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore,*
    ora e sempre.

Dal sorgere del sole al suo tramonto*
    sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore,*
    più alta dei cieli è la sua gloria.

Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell’alto*
    e si china a guardare nei cieli e sulla terra?

Solleva l’indigente dalla polvere,*
    dall’immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi,*
    tra i principi del suo popolo.

Fa abitare la sterile nella sua casa*
    quale madre gioiosa di figli.

1 ant.In ogni tempo e in ogni luogo
          il Signore sia lodato e amato.

2 ant.Il nostro cuore stia fisso in Dio,
           nostro tutto.

SALMO 145   Beato chi spera nel Signore

Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: i ciechi ricupe-
rano la vista, gli storpi camminano, i lebbrosi sono guariti, i sordi
riacquistano l’udito, i morti risuscitano, ai poveri è predicata la
buona novella (Mt 11, 5).

Loda il Signore, anima mia: †
    loderò il Signore per tutta la mia vita, *
    finché vivo canterò inni al mio Dio.

Non confidate nei potenti, *
    in un uomo che non può salvare.
Esala lo spirito e ritorna alla terra; *
    in quel giorno svaniscono tutti i suoi disegni.

Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe, *
    chi spera nel Signore suo Dio,
creatore del cielo e della terra, *
    del mare e di quanto contiene.

Egli è fedele per sempre, †
    rende giustizia agli oppressi, *
    dà il pane agli affamati.

Il Signore libera i prigionieri, *
il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto, *

il Signore ama i giusti,
il Signore protegge lo straniero, †
egli sostiene l’orfano e la vedova, *
ma sconvolge le vie degli empi.

Il Signore regna per sempre, *
    il tuo Dio, o Sion, per ogni generazione.

 

2 ant.Il nostro cuore stia fisso in Dio,
          nostro tutto.

3 ant.Redenti dal sangue dell’Agnello,
           cantiamo al Padre la lode della Chiesa.

CANTICO Cfr. Ef 1, 3-10   Dio salvatore

Nella Vergine Madre, Cristo ci ha fatto conoscere il mistero di Dio
Padre.

Benedetto sia Dio,
        Padre del Signore nostro Gesù Cristo, *
    che ci ha benedetti
        con ogni benedizione spirituale nei cieli,
            in Cristo.

In lui ci ha scelti *
    prima della creazione del mondo,
per trovarci, al suo cospetto, *
    santi e immacolati nell’amore.

Ci ha predestinati *
    a essere suoi figli adottivi
per opera di Gesù Cristo, *
    secondo il beneplacito del suo volere,

a lode e gloria
        della sua grazia, *
    che ci ha dato
        nel suo Figlio diletto.

In lui abbiamo la redenzione
        mediante il suo sangue, *
    la remissione dei peccati
        secondo la ricchezza della sua grazia.

Dio l’ha abbondantemente riversata su di noi
        con ogni sapienza e intelligenza, *
    poiché egli ci ha fatto conoscere
        il mistero del suo volere,

il disegno di ricapitolare in Cristo
        tutte le cose, *
    quelle del cielo
        come quelle della terra.

Nella sua benevolenza
        lo aveva in lui prestabilito *
    per realizzarlo
        nella pienezza dei tempi.

3 ant.Redenti dal sangue dell’Agnello,
           cantiamo al Padre la lode della Chiesa.

LETTURA BREVE  2 Tim 4, 1-2. 5

Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù che
verrà a giudicare i vivi e i morti, per la sua manife-
stazione e il suo regno: annunzia la parola, insisti
in ogni occasione opportuna e non opportuna,
ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnani-
mità e dottrina.
Tu però vigila attentamente, sappi sopportare
le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore
del vangelo, adempi il tuo ministero

RESPONSORIO BREVE   1 Cor 4,1

    Ognuno ci consideri come ministri di Cristo *
e amministratori dei misteri di Dio.
Ognuno ci consideri come ministri di Cristo e
amministratori dei misteri di Dio.
    Siamo stati costituiti ministri del vangelo e am-
ministratori dei misteri di Dio.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Ognuno ci consideri come ministri di Cristo e
amministratori dei misteri di Dio.

Ant. al Magn. Magnifichiamo con i santi l’Agnello
di Dio: egli per noi ha preparato un regno sin
dall’inizio del mondo.

L’anima mia magnifica il Signore *
    e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.*
    D’ora in poi tutte le generazioni
        mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
    e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
    si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
    ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
    ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, *
    ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
    ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, *
    ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Ant. al Magn. Magnifichiamo con i santi l’Agnello
di Dio: egli per noi ha preparato un regno sin
dall’inizio del mondo.

INTERCESSIONI

Dio ci ha riconciliati a sé nel sangue di Cristo.
    Nella potenza di questo sangue e per l’interces-
    sione di san Gaspare, eleviamo al Signore la
    nostra preghiera, dicendo:
    Salva il tuo popolo, Signore.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido delle vittime di ingiustizia:
con la potenza del tuo sangue, da’ loro coraggio.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido di quanti cercano una patria, la casa e il
    lavoro:
con la forza del tuo sangue, sostienili.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido dei carcerati, dei rifugiati, degli immigra-
    ti e di ogni schiavo:
con la carità del tuo sangue, dona loro la spe-
    ranza.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido dei sofferenti, dei malati, di quanti vivo-
    no nella solitudine e nell’ incomprensione:
con il tuo sangue risanante, lenisci le loro sof-
    ferenze.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido di quanti abitano nei luoghi colpiti dalla
    guerra, instabilità e povertà:
con il tuo sangue che pacifica, riconcilia Dio
    con noi e popolo con popolo.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo la
    nostra preghiera per tutti i defunti:
possano celebrare insieme con te il banchetto
    della vita.

Padre nostro.

ORAZIONE

        Dio onnipotente e misericordioso, che nel sacer-
dote san Gaspare del Bufalo, appassionato missiona-
rio del sangue prezioso di Cristo, ci hai donato un ar
dente apostolo e predicatore dell’amore verso di te e
il prossimo, per sua intercessione ascolta la voce del
sangue del tuo Figlio che sale ogni giorno a te dalla
terra con il grido di dolore dell’umanità sofferente.
Per il nostro Signore.

Vespri

INNO

Grati, festanti, Padre, ti lodiamo:
tu sei nel Cielo nostra luce e guida;
ogni tuo figlio, Gaspare beato,
in te confida.

Tu, nel divino sangue dell’Agnello,
l’anima ardente candida rendesti;
dal crocifisso mite Nazzareno
forza attingesti.

E nella gente, perfida, aggressiva,
lacrime dolci, Gaspare eccitasti:
Cristo Signore, gioia della vita,
lieto additasti.

Dall’infinita Carità sospinto,
nel sacrificio mistico incruento
brama nutristi d’imitare Dio
fatto alimento.

Alla tua voce, quanti vili, indegni,
empi, corrotti piansero l’errore,
e dalla Croce colsero segreti
slanci d’amore!

Or, glorioso dai celesti onori,
colma i tuoi figli della tua pienezza:
portino al mondo oppresso i vivi doni
della salvezza.

Padre benigno, Figlio redentore,
Spirito Santo, fonte d’ogni vita,
a te per sempre lode, adorazione,
gloria infinita. Amen.

 

Oppure un altro inno o canto adatto approvato dal-
l’autorità ecclesiastica.

1 ant.In ogni tempo e in ogni luogo
          il Signore sia lodato e amato.

SALMO 112   Lodate il nome del Signore

Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili (Lc 1,52).

Lodate, servi del Signore,*
    lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore,*
    ora e sempre.

Dal sorgere del sole al suo tramonto*
    sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore,*
    più alta dei cieli è la sua gloria.

Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell’alto*
    e si china a guardare nei cieli e sulla terra?

Solleva l’indigente dalla polvere,*
    dall’immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi,*
    tra i principi del suo popolo.

Fa abitare la sterile nella sua casa*
    quale madre gioiosa di figli.

1 ant.In ogni tempo e in ogni luogo
          il Signore sia lodato e amato.

2 ant.Il nostro cuore stia fisso in Dio,
           nostro tutto.

SALMO 145   Beato chi spera nel Signore

Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: i ciechi ricupe-
rano la vista, gli storpi camminano, i lebbrosi sono guariti, i sordi
riacquistano l’udito, i morti risuscitano, ai poveri è predicata la
buona novella (Mt 11, 5).

Loda il Signore, anima mia: †
    loderò il Signore per tutta la mia vita, *
    finché vivo canterò inni al mio Dio.

Non confidate nei potenti, *
    in un uomo che non può salvare.
Esala lo spirito e ritorna alla terra; *
    in quel giorno svaniscono tutti i suoi disegni.

Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe, *
    chi spera nel Signore suo Dio,
creatore del cielo e della terra, *
    del mare e di quanto contiene.

Egli è fedele per sempre, †
    rende giustizia agli oppressi, *
    dà il pane agli affamati.

Il Signore libera i prigionieri, *
il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto, *

il Signore ama i giusti,
il Signore protegge lo straniero, †
egli sostiene l’orfano e la vedova, *
ma sconvolge le vie degli empi.

Il Signore regna per sempre, *
    il tuo Dio, o Sion, per ogni generazione.

 

2 ant.Il nostro cuore stia fisso in Dio,
          nostro tutto.

3 ant.Redenti dal sangue dell’Agnello,
           cantiamo al Padre la lode della Chiesa.

CANTICO Cfr. Ef 1, 3-10   Dio salvatore

Nella Vergine Madre, Cristo ci ha fatto conoscere il mistero di Dio
Padre.

Benedetto sia Dio,
        Padre del Signore nostro Gesù Cristo, *
    che ci ha benedetti
        con ogni benedizione spirituale nei cieli,
            in Cristo.

In lui ci ha scelti *
    prima della creazione del mondo,
per trovarci, al suo cospetto, *
    santi e immacolati nell’amore.

Ci ha predestinati *
    a essere suoi figli adottivi
per opera di Gesù Cristo, *
    secondo il beneplacito del suo volere,

a lode e gloria
        della sua grazia, *
    che ci ha dato
        nel suo Figlio diletto.

In lui abbiamo la redenzione
        mediante il suo sangue, *
    la remissione dei peccati
        secondo la ricchezza della sua grazia.

Dio l’ha abbondantemente riversata su di noi
        con ogni sapienza e intelligenza, *
    poiché egli ci ha fatto conoscere
        il mistero del suo volere,

il disegno di ricapitolare in Cristo
        tutte le cose, *
    quelle del cielo
        come quelle della terra.

Nella sua benevolenza
        lo aveva in lui prestabilito *
    per realizzarlo
        nella pienezza dei tempi.

3 ant.Redenti dal sangue dell’Agnello,
           cantiamo al Padre la lode della Chiesa.

LETTURA BREVE  2 Tim 4, 1-2. 5

Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù che
verrà a giudicare i vivi e i morti, per la sua manife-
stazione e il suo regno: annunzia la parola, insisti
in ogni occasione opportuna e non opportuna,
ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnani-
mità e dottrina.
Tu però vigila attentamente, sappi sopportare
le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore
del vangelo, adempi il tuo ministero

RESPONSORIO BREVE   1 Cor 4,1

    Ognuno ci consideri come ministri di Cristo *
e amministratori dei misteri di Dio.
Ognuno ci consideri come ministri di Cristo e
amministratori dei misteri di Dio.
    Siamo stati costituiti ministri del vangelo e am-
ministratori dei misteri di Dio.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Ognuno ci consideri come ministri di Cristo e
amministratori dei misteri di Dio.

Ant. al Magn. Magnifichiamo con i santi l’Agnello
di Dio: egli per noi ha preparato un regno sin
dall’inizio del mondo.

L’anima mia magnifica il Signore *
    e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.*
    D’ora in poi tutte le generazioni
        mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
    e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *
    si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
    ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
    ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, *
    ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
    ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, *
    ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Ant. al Magn. Magnifichiamo con i santi l’Agnello
di Dio: egli per noi ha preparato un regno sin
dall’inizio del mondo.

INTERCESSIONI

Dio ci ha riconciliati a sé nel sangue di Cristo.
    Nella potenza di questo sangue e per l’interces-
    sione di san Gaspare, eleviamo al Signore la
    nostra preghiera, dicendo:
    Salva il tuo popolo, Signore.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido delle vittime di ingiustizia:
con la potenza del tuo sangue, da’ loro coraggio.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido di quanti cercano una patria, la casa e il
    lavoro:
con la forza del tuo sangue, sostienili.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido dei carcerati, dei rifugiati, degli immigra-
    ti e di ogni schiavo:
con la carità del tuo sangue, dona loro la spe-
    ranza.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido dei sofferenti, dei malati, di quanti vivo-
    no nella solitudine e nell’ incomprensione:
con il tuo sangue risanante, lenisci le loro sof-
    ferenze.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo il
    grido di quanti abitano nei luoghi colpiti dalla
    guerra, instabilità e povertà:
con il tuo sangue che pacifica, riconcilia Dio
    con noi e popolo con popolo.

Signore Gesù, ai piedi della tua croce eleviamo la
    nostra preghiera per tutti i defunti:
possano celebrare insieme con te il banchetto
    della vita.

Padre nostro.

ORAZIONE

        Dio onnipotente e misericordioso, che nel sacer-
dote san Gaspare del Bufalo, appassionato missiona-
rio del sangue prezioso di Cristo, ci hai donato un ar
dente apostolo e predicatore dell’amore verso di te e
il prossimo, per sua intercessione ascolta la voce del
sangue del tuo Figlio che sale ogni giorno a te dalla
terra con il grido di dolore dell’umanità sofferente.
Per il nostro Signore.