Per la conclusione dell’Anno Pastorale parrocchiale il 19 maggio u.s., la Comunità parrocchiale di S. Maria di Costantinopoli in Benevento ha accolto i Missionari della Preziosissimo Sangue e le Suore Adoratrici del Sangue di Cristo che, con la loro presenza, hanno contribuito a cogliere i frutti di un Anno Pastorale vissuto con impegno, fedeltà e profondità.

In verità la presenza dei Missionari e delle Suore del Preziosissimo Sangue, in questa parrocchia, è costante sia perché nel territorio parrocchiale è presente una Comunità di Suore Adoratrici, che da tanti anni opera nel campo dell’educazione dei bambini e dei ragazzi con la scuola e con un’attiva collaborazione nelle attività pastorali, sia perché annualmente viene programmata una presenza più forte ed incisiva dei Missionari che con la loro parola e la testimonianza di vita riescono sempre a suscitare  grande entusiasmo.

Il tema pastorale di questo anno è stato caratterizzato dal verbo “ACCOMPAGNARE” ed ha portato a conclusione  un cammino durato tre anni e denominato  delle tre “ A”: ACCOGLIERE – ASCOLTARE – ACCOMPAGNARE”.   In occasione della Festa di S. Maria de Mattias,  celebrata il 18 maggio, e della Festa parrocchiale di S. Maria di Costantinopoli, quest’anno celebrata il19 maggio, anticipata per di una settimana per vari motivi, sono giunti in Parrocchia, dal 16 al 19 maggio, don Francesco Bonanno, suor Orsolina Griffini, suor Carmela de Michele e due postulanti per animare il triduo e guidare la Comunità a vivere nel modo migliore queste celebrazioni.
Sono state giornate intense che hanno impegnato tanto i Padri Missionari ma che hanno lasciato un segno profondo nel cuore di tutti.    

Grande entusiasmo hanno suscitato gli incontri con i ragazzi del Catechismo e dell’A.C.R.: la scoperta dell’amico Gesù che li accompagna nella crescita è stato il messaggio trasmesso loro con semplicità, profondità e grande entusiasmo.
Impegnativo e coinvolgente è stato l’incontro con i giovani delle scuole superiori, “Palmieri” e “Rampone”, dove un vivace dibattito sul tema: “Fede, speranza e carità e i giovani di oggi”, ha permesso ai giovani di esprimere le proprie idee e manifestare anche le loro critiche e perplessità su alcuni aspetti della vita della Chiesa, e nello stesso tempo ha permesso ai Missionari di trasmettere loro serenità e fiducia nella vita invitandoli ad essere “costruttori” di una nuova società.    

Gli incontri di formazione degli Operatori pastorali, le varie celebrazioni e i momenti di preghiera sono state occasioni per approfondire il tema: “In cammino sulle strade del mondo accompagnati dalla Vergine Maria e dai Santi”. La parola incisiva e forte dei Missionari, unita a tanta capacità di ascolto, ha favorito in tutti una profonda riflessione sul proprio impegno nella crescita della fede ed è stato un forte invito a riscoprire la chiamata alla santità nella “ferialità”, seguendo l’esempio dei Santi.

Tutta la Comunità si è sentita coinvolta in un cammino che, anche se oggi presenta tante difficoltà, è sempre un cammino che porta alla “beatitudine” nello spirito del Vangelo, una beatitudine che veramente riempie il cuore dell’uomo.

Nell’ultima omelia don Francesco, commentando il Vangelo della Visitazione della Vergine Maria a S. Elisabetta, ha invitato tutti a cantare con Maria il Magnificat di lode e di ringraziamento a Dio per i suoi immensi doni ma ha chiesto anche a tutti di fare della propria vita e della vita di tutta la Comunità parrocchiale un inno di lode all’Amore di Dio.

Un impegno ed un cammino che continua nella “fatica” quotidiana della fedeltà e della coerenza, con la certezza che non siamo soli, ma che  il Signore ci accompagna sempre e chiede a noi tutti di accompagnare i nostri fratelli, in particolare i ragazzi e i giovani, a riscoprire la bellezza “ della vita buona del Vangelo”.
Don Pompilio Cristino, parroco
Parrocchia di S. Maria Costantinopoli in Benevento