Seleziona una pagina

100 anni dell’Appello ai liberi e forti di don Luigi Sturzo con cui iniziò l’impegno dei cattolici in politica in Italia.
Il Presidente della Cei card. G. Bassetti ci saluta e riceve il numero della rivista “Il Sangue della Redenzione” dedicato a don Luigi Sturzo. Nella santa messa, celebrata a Roma nella basilica dedicata ai Santi Dodici Apostoli, il Presidente dei vescovi italiani ha invitato tutti a fare memoria di questo giorno che segnò la svolta in Italia per la diffusione e promozione della dottrina sociale della Chiesa, cioè l’impegno per il bene comune ispirato al Vangelo. 

Alcuni passi dell’omelia del Cardinale:

“Fratelli e sorelle carissimi, questa antica basilica dedicata ai Santi dodici Apostoli, posta nel cuore della Roma cristiana, ci ricorda le gesta dei primi seguaci del Signore, che hanno avuto il coraggio di annunziare la Parola del Vangelo in tutto il mondo allora conosciuto.

Porta però anche il segno di memorie recenti: ha conosciuto infatti la preghiera nascosta, e non per questo meno intensa, di un gruppo di credenti, guidati dal sacerdote siciliano don Luigi Sturzo, mentre intendevano mettersi all’opera per offrire il loro servizio politico all’Italia del primo dopoguerra lacerata da divisioni ideologiche, economiche e sociali.

Nel centenario di questo episodio, passato alla storia come l’appello ai «Liberi e forti», e nel 60° anniversario della morte di don Sturzo, ci siamo raccolti oggi in questo sacro tempio per riaffermare quanto la Parola del Signore abbia la forza di liberare il nostro spirito dal male del peccato, e quanta capacità essa abbia di penetrare nelle pieghe della società per farla rivivere e per rendere la vita di ognuno più umana e più santa.

Noi USC cogliamo l’appello e ricordiamo don Sturzo e ringraziamo il Signore per avercelo donato alla Chiesa tutta e all’Italia.