Sabato 13 aprile, dopo un lungo Viaggio, Io e altri due seminaristi cpps, Francesco ed Eugenio, insieme a Suor Maria Poppa siamo arrivati finalmente a Piedimonte Etneo, cittadina alle pendici dell’Etna che ha ospitato per la seconda volta per i Missionari del Preziosissimo Sangue.

Sin da subito l’accoglienza è stata straordinaria, con i ragazzi che ci hanno atteso alla rotonda del paese con tanto di striscioni di benvenuto; si percepiva sin da subito la semplicità e la genuinità dei ragazzi del luogo.

Il giorno seguente ci ha poi raggiunto Don Francesco Bonanno cpps, che si è unito al gruppo occupandosi nelle giornate di lunedi, martedi e mercoledi Santo di dettare gli esercizi spirituali al popolo, ha tenuto delle catechesi per i diversi gruppi-famiglia presente all’interno della comunità parrocchiale, nella serata del Venerdi santo, al rientro della processione del Cristo morto e dell’Addolorata, ha tenuto una predica sul Crocifisso e soprattutto ha dedicato molte ore all’ascolto delle confessioni.

A partire da Domenica 14 aprile, domenica delle palme, noi seminaristi eravamo già a lavoro nel preparare il primo incontro giovani che si sarebbe tenuto la sera e che avrebbe continuato la sera successiva; sono stati due incontri partecipati in cui ai ragazzi abbiamo cercato di trasmettere la misericordia infinita di nostro Signore.

Nel mezzo della settimana ci sono state poi le visite alla scuole, elementari e medie, ed il GOM (grande oratorio missionario) dove si è cercato di far divertire i più piccoli del paese; dal giovedi ha avuto poi inizio il triduo Pasquale, a cui i fedeli hanno partecipato assiduamente.

E’ stata nel suo complesso un’esperienza davvero molto bella ed intensa, sia di comunione tra noi missionari, sia di vicinanza e fratellanza con il popolo di Dio; quello che mi porto maggiormente dentro è la bellezza del luogo, la semplicità, la generosità delle sue persone e l’apertura nell’accogliere l’annuncio del Vangelo.

 

Alessio Bernesco sem cpps