Nove giorni di spiritualità, di fede, di rivelazione dell’umano che si eleva.

Dio, nella carne del Figlio, ha abbracciato l’uomo e lo ha reintegrato nel progetto di salvezza e di amore predisposto fin dalla creazione. Le parrocchie di Siapiccia, Villaurbana e Siamanna, nell’arcidiocesi di Oristano (Sardegna) sono state guidate da don Francesco Bonanno, Missionario del Preziosissimo Sangue, durante la novena in preparazione al Natale. Un tempo di grazia e di conversione in cui il “tempo opportuno” per rivolgersi a Dio e interrogarsi sul proprio percorso di discepoli del Signore non è mancato.

Non si può attendere oltre, poiché Dio ci dà oggi l’opportunità di riprendere le fila della vita e tessere una storia di bellezza, di grazia, di salvezza.
La solarità di don Francesco, insieme alla letizia del parroco don Matteo e alla freschezza del chierico Daniele hanno donato alla comunità interparrocchiale uno slancio in più per favorire un impegno fattivo e concreto. I giovani sono stati accompagnati e coinvolti nella realizzazione del presepe, i bambini stimolati a riflettere sui doni di Dio, le comunità nel cammino della riconciliazione.

Il Signore benedica chi pone la propria vita nelle sue mani per farne un capolavoro di grazia e aiuti chi continua ad essere resistente al fiume di amore che sgorga dal suo costato. In attesa della missione popolare che avverrà a marzo, prepariamo il nostro cuore

Michele Corona, operatore pastorale