testimonianze vocazionali

Angelo Anatriello

“E scopro cos’è la felicita…”

 

Prima o poi arriva un momento della tua vita in cui ti poni delle domande: ti chiedi che direzione stai dando alla tua vita, quali siano le scelte che caratterizzano le tue giornate, ti domandi come mai non sei riuscito ancora a raggiungere gli obiettivi che ti eri prefissato. Arrivi alla fatidica domanda: sono felice? La domanda è diretta: la risposta lo è ancora di più. A questo punto ti fa paura darti una risposta. Anche se riesci bene a fingere quando sei in giro, a lavoro o a casa, a fine giornata da solo nella tua cameretta non riesci più a mentire. Anche se hai tanti motivi per essere felice, ti accorgi che ti manca qualcosa, ti manca la vera felicità, quella che ti fa sentire pieno e realizzato…ti manca tutto! Ed è in questo modo che inizia la tua ricerca. Provi alcune cose, non ti soddisfanno abbastanza e quindi fai l’errore di accontentarti di quello che hai e smetti di sognare, chiudi con le serrature forzate tutti quei sogni in una piccola stanza del tuo cuore pensando che non ne farai mai più i conti. Poi arriva il colpo di scena. Stai ritornando da lavoro assorto dai tuoi pensieri dopo una giornata stancante. Tu non sei minimamente preparato a quello che stai per vivere. Non era nei tuoi programmi, non era previsto.

Ecco l’Incontro che ti cambia la vita.

Un uragano che spazza via quasi tutto, una forza così forte che riesce a far vibrare i tuoi sogni. Rimangono indenni a questo incontro i valori e le cose essenziali della tua vita: la famiglia e ciò che ti realizza veramente come persona. Era il giugno del 2011 quando i Missionari del Preziosissimo Sangue fecero un’animazione missionaria nel mio piccolo paese. A quasi fine animazione faccio il mio Incontro con Gesù nel sacramento della Riconciliazione. Non mi accostavo a questo sacramento da circa due anni e ciò  ha reso questo Incontro ancora più bello. Eppure Tu mi hai cambiato la vita. Da lì è iniziato un nuovo cammino, tutto in salita. E così, come dice la Scrittura: «il seme germoglia e cresce senza che egli [l’uomo] sappia come» (Mc 4,27), arrivo a comprendere che tutto faceva parte di un disegno d’Amore sognato per me. E di conseguenza dopo aver incontrato faccia a faccia l’Amore Vero non puoi più rimanere uguale. Ti si accende la Speranza, inizi a realizzarti come uomo perché arrivi a comprendere che “tu sei figlio di un sogno”. Inizi a vivere sul serio perché hai incontrato la Vita. Sì, anche per te è riservato un sogno bellissimo che non vede l’ora di essere realizzato. Arriva ora un momento fondamentale: sei chiamato a fare una scelta! Qui non si tratta di diventare prete o suora. Prima di tutto si sceglie di mettersi in cammino per diventare veri cristiani, veri seguaci di Cristo. E qui nonostante le difficoltà che si incontrano, con sforzi e costanza decidi di seguirLo perché quella immensa felicità che porti nel cuore non potrà mai più togliertela nessuno.

Mi chiamo Angelo, ho 26 anni e sono un seminarista dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Dopo aver conosciuto i Missionari del Preziosissimo Sangue ho capito che fosse arrivato il momento di fare una scelta. Ed è in questo modo, dopo una riscoperta della mia persona e dei Sacramenti che ho iniziato il mio tempo di discernimento vocazionale dove ho capito che stavo per essere chiamato a qualcosa di più grande di me. Pian piano sono riuscito a trovare le risposte a tutte quelle domande che erano rimaste lì incomplete nella mia vita. Sei anni fa (era il 2012) ho scelto di entrare a far parte della famiglia della Congregazione che san Gaspare duecento anni fa sognò e fondò, con il grande desiderio di dar voce al forte grido del Sangue di Gesù Cristo che ancora oggi risuona nelle nostre orecchie. Dopo un anno iniziale di maggior discernimento vocazionale nella casa dei Crociferi a Roma dove risiede anche il corpo di san Gaspare nel 2013 sono entrato nel Seminario Maggiore ed ho iniziato la mia formazione intellettuale con gli studi filosofici. Oggi, dopo sei anni di cammino sono al mio primo anno di licenza in Missiologia. Ringrazio Dio per lo smisurato Amore che ha portato alla mia vita. Andrei contro quello che sono se non avessi accettato e accolto questa Chiamata. Sicuro che Lui sarà sempre con me continuo il mio cammino con umiltà e con tanta voglia di approfondire la mia relazione con l’Amore Vero. Il mio cuore esulta di gioia, posso dire con decisione: – “Sono felice!”; così come il padre misericordioso quando riabbraccia il figlio che è ritornato a lui: «Portate il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato. E cominciarono a far festa» (Lc 15,23-24).

Non perdere l'opportunità di seguire in tempo reale tutti i progetti e le attività dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Ricevi la nostra newsletter: l'iscrizione è veloce e gratuita.

Iscrizione alla Newsletter

Privacy

6 + 8 =