testimonianze vocazionali

Luca Casadei

“Se Lui chiama, io non rispondo!”

 

Mi presento: mi chiamo Luca, ho 31 anni, vengo da Cesena e sono al quarto anno di Seminario.

Sono cresciuto in una famiglia che non mi ha mai fatto mancare nulla, nemmeno il superfluo, e che mi ha sempre educato alla fede e ai valori religiosi. Ho vissuto un’infanzia tranquilla, ricca di sogni nel cassetto e progetti: sono passato dal voler essere “dottore degli animali” a voler fare l’attore, e poi l’interprete. Quest’ultimo si stabilì con prepotenza nel mio cuore, all’età di 9 anni, dopo la prima lezione di inglese, a scuola. Insomma un amore a prima vista, che è durato a lungo. Ho iniziato a studiare le lingue già alla scuola media: inglese, francese, spagnolo, tedesco… quanto mi piacevano! Ero portato, non lo posso negare! Avrei studiato lingue straniere per ore intere. Proseguì lungo questa strada anche al liceo, fino a quando, l’ultimo anno, qualcosa venne a incrinarsi. Era come se questo amore fosse finito da un momento all’altro e sentissi il bisogno di gettarmi in una nuova avventura… Ma quale? Dato che non riuscivo a collocarmi in un ambito diverso dalle lingue straniere, decisi di proseguire con lo studio delle lingue finché non avessi fatto chiarezza. Provai, così, il test d’accesso alla Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori e fui preso: ma, da allora, è iniziato il periodo più difficile della mia vita. L’insoddisfazione cresceva, l’autostima si abbassava, mi ero buttato sul cibo per cercare di trovare lì una via di fuga. Ringraziando Dio, accanto a questa valvola di sfogo malata, ne avevo una sana: la parrocchia. Seguivo un gruppo di ragazzi di Azione Cattolica. Era una cosa in cui credevo tanto, dove mi divertivo a dare sfogo al vero Luca, alla mia vena artistica e creativa, alla mia immaginazione, senza quelle maschere che mi costringevo a portare, come se da queste potessi trarre beneficio.

Terminati gli studi fu il momento di trovare lavoro: più cercavo meno trovavo. Nulla di nulla. Inutile dire che, per tutto questo, la prima cosa che ne ha risentito è stata proprio la fede che avevo cominciato a vivere passivamente. Poi, però, 4 anni dopo, accadde qualcosa che mi sconvolse la vita. Per festeggiare i 60 anni della parrocchia il mio parroco decise di mettersi in contatto con i Missionari del Preziosissimo Sangue per avere una settimana di animazione e di festa. E così, dal 17 al 24 marzo 2013 un gruppo di 24 Missionari invase il territorio. Ce n’erano di tutti i tipi: giovani, adulti, famiglie, coppie di fidanzati, seminaristi… ma tutti con lo stesso comune denominatore: la Gioia. Ebbene sì, loro avevano quello che mi mancava! A metà settimana feci un colloquio con il “Direttore”, don Domenico, il quale mi propose di fare insieme tutto il possibile perché mi potessi riappropriare della gioia che mi spettava. Mi fidai e cominciai a frequentare gli Orientamenti Vocazionali nella comunità di Albano Laziale e a partire per qualche missione. A poco a poco notai che qualcosa stava cambiando e, soprattutto, che stavo provando sentimenti nuovi e inaspettati quali il desiderio di poter dare al mio prossimo quello che loro stavano dando a me. Ma come laico non mi bastava, volevo qualcosa di più… perchè mi sentivo chiamato. Mi sentivo chiamato a testimoniare a tutti la bellezza dell’Amore di Dio, quell’Amore che sconvolge, stravolge i piani e riscalda il cuore. Niente male per uno che fino a pochi mesi prima commentava: «Se Lui chiama, io non rispondo»: le ultime parole famose! Ma sai perché è successo tutto questo? Perché non si può dire di no alla Sua chiamata. Puoi provarci inizialmente, ma poi arriva un punto in cui non puoi far altro che accoglierla e abbandonarti a Lui. Ed è così che oggi ho trovato finalmente quello che cercavo: la Gioia. E l’ho trovata dove non avrei mai pensato, dove non sarei mai voluto andare, al costo di sconvolgimento di piani e di progetti di una vita. Non potrò mai smettere di ringraziare Dio per questa “vocazione che non benedirò mai abbastanza!” (Ven. don Giovanni Merlini).

Non perdere l'opportunità di seguire in tempo reale tutti i progetti e le attività dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Ricevi la nostra newsletter: l'iscrizione è veloce e gratuita.

Iscrizione alla Newsletter

Privacy

5 + 5 =