testimonianze vocazionali

Luca Di Mario

Il Signore dal seno materno mi ha chiamato…

 

Ciao, io sono Luca, ho 26 anni e sono un seminarista dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Sono nato la mattina di Capodanno del 1992 circondato dall’odore dei fuochi d’artificio e dall’aria festante del periodo natalizio a Sora, e vissuto a Campoli Appennino, piccolo e suggestivo paese dai mille colori sulla valle degli Appennini in provincia di Frosinone. Nella mia vita San Gaspare Del Bufalo ha avuto sempre un ruolo fondamentale fin da quando ero bambino, perchè  mio nonno ha ereditato la croce che San Gaspare scelse per benedire tutto il popolo nella missione che fece nel 1854 a Campoli. Fin da piccolo il giorno della festa del Santo, aiutavo sempre mio nonno nel portare la croce benedetta e ricordo ancora quella sensazione di amore e mistero che essa mi trasmetteva. Sono  stato un bambino molto scherzoso e allegro, e finito la scuola, ho conseguito il diploma professionale nell’Istituto Alberghiero di Sora. In questo periodo cerco di capire qual è la mia strada, inizialmente facendo esperienza nel ristorante di famiglia, e poi iscrivendomi alla Facoltà di  Beni Culturali di Tor Vergata.

Nel periodo dell’adolescenza tutto cambia, a causa di vari problemi che hanno cominciato ha stravolgere la mia vita e la vita della mia famiglia, mi allontano dalla Chiesa, non volendo più sentire parlare di Dio. Stavo male, non riuscivo a capire quale fosse il senso della mia vita, e cosa volevo fare veramente. Nel settembre del 2012 però il giorno della festa di San Gaspare sentivo il desiderio di portare la croce almeno un’altra volta durante la processione. In questo giorno il Signore ha deciso di entrare in maniera decisa nella mia vita. Conobbi i Missionari C.PP.S., e rimasto colpito dalla loro gioia, iniziai ha frequentare i loro ritiri e conoscere la loro spiritualità.

A gennaio 2014, durante la Solenne Veglia Eucaristica del grande Convegno Giovani USC di Frascati per i giovani, il Signore mi fece provare una pace che mai avevo sperimentato prima, facendo scuotere dentro di me il desiderio di conoscere il progetto a cui mi stava chiamando. Iniziai così con il mio padre spirituale don Domenico d’Alia un tempo di discernimento profondo scandito da momenti di gioia immensa ma anche da momenti difficili, di incertezza, di paura. Fondamentale per la mia scelta vocazione fu il ritiro a Giano dell’Umbria, chiamato «i sentieri dello Spirito», nel periodo di maggio,  in cui lo Spirito del Signore mi fece prendere la decisone più bella, seguirlo! Due mesi dopo partecipai agli Esercizi spirituali che mi donarono la consapevolezza e la sicurezza della scelta che avevo fatto.

Oggi sono felice! Fiducioso, pieno di curiosità e meraviglia percorro deciso il cammino verso la meta più grande: diventare sacerdote missionario del Preziosissimo Sangue, per far intenerire, come diceva Gaspare, ogni cuore al Sangue Preziosissimo di Gesù.

Non perdere l'opportunità di seguire in tempo reale tutti i progetti e le attività dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Ricevi la nostra newsletter: l'iscrizione è veloce e gratuita.

Iscrizione alla Newsletter

Privacy

2 + 2 =