testimonianze vocazionali

Sergio Luiu

Dal profondo a Te grido, o Signore

 

Mi chiamo Sergio Luiu, ho 46 anni e provengo da Sassari, città di un’isola misteriosa dai mille profumi e dagli antichi suoni.  Sinceramente mai avrei pensato di cambiare vita fino al punto di desiderare di donarla interamente al Signore e ritrovarmi ora al III anno di teologia.

Perché ho lasciato la mia amata famiglia, il mio lavoro, insomma tutta la mia vita per camminare in questa strada? Perché il Signore, in un certo tempo della mia esistenza si è chinato verso di me raccogliendo i cocci e dando un senso alla mia vita! Con infinita delicatezza e pazienza ha parlato al mio cuore sofferente, facendomi scorgere una strada nuova, diversa dalle altre, speciale, donata tutta a Lui e ai fratelli del mondo in difficoltà che sono alla ricerca dell’Amore senza fine e di quella pace che nulla la può turbare. Ero un ragazzo (apparentemente) spensierato, alla fine come tanti altri, il lavoro, gli amici, lo sport, i rapporti affettivi, ma conducevo una vita a senso unico, senza più guardare ormai da tantissimi anni al Buon Dio. Ma quando ripiombavo nel silenzio della mia stanza avvertivo nel profondo del mio cuore sofferenza, malinconia, mi mancava qualcosa. Oramai non davo più il giusto valore alla vita, non sentivo più quel sapore originale e genuino che la contraddistingue, insomma gestivo io la mia vita guardando principalmente al mio egoismo, al denaro, al sesso. Ma ecco che la spensieratezza arretrava da me e incominciava lentamente a trasformarsi in turbamento fino a divenire quel mostro che è l’angoscia; mi venne così a mancare quella perla preziosa che ogni essere umano deve proteggere e augurarsi di non perdere mai, la Pace del cuore. Hai presente quando il cielo improvvisamente si fa scuro, piove forte, il mare calmo incomincia ad agitarsi trasformandosi in tempesta e tu disperatamente, senza trovarlo, cerchi un riparo? Ma non è finita, sei nel bel mezzo della tempesta e la tua esistenza viene colpita ancora una volta da una scossa, ora più forte, distruggendoti interiormente; e vorresti piangere, ma non ti scende una lacrima. Questo è ciò che è accaduto nella mia vita, non riuscivo a comprendere il perché, perché ero stato travolto da quel dolore che mi fece piombare nella miseria e nella solitudine più assoluta. Senza potermi difendere ho perduto in poco tempo la pace, la mia vita era in frantumi, senza equilibrio, non avevo più un nome, un volto, più sicurezze, vivevo ormai nella tristezza senza più riuscire a dormire e a versare una lacrima e sperando che l’indomani non arrivasse più. Avevo paura di vivere, paura della mia stessa ombra, paura di pensare, paura del domani, paura del perché di così tanto dolore che tanto mi teneva stretto con le catene della morte. Ma l’apice della mia disperazione doveva ancora arrivare. Era il gennaio del 2006, mi trovavo talmente a pezzi che se uno spillo cadeva a terra il suo rumore rimbombava tremendamente nella mia testa e, ogni giorno, venivo accompagnato dalla stessa domanda:

Perché sto male? Non può essere che la vita sia questa, che sia solo dolore! Ho bisogno di pace, sto male! Via dunque la vita mondana, via tutto il luccichio del mondo con i suoi finti regali, avevo ormai solo bisogno di silenzio e di trovare un luogo dove potermi rifugiare, luogo che trovai nella quiete della campagna dei miei genitori. I suoni della natura erano un balsamo per il mio cuore, stavo sicuramente meglio lontano dai rumori contrari e assordanti del mondo. Era febbraio, una domenica pomeriggio, e trovandomi proprio in quel luogo pensando e disperandomi a come poter risolvere i miei problemi, spinto da una grande forza alzai gli occhi al cielo e gridai forte: “Aiuto, ho bisogno di aiuto, sto male, qualcuno mi aiuti!?!” Piansi tanto e a lungo…. Nell’angoscia ho gridato al Signore, mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo”. Si, mi ha ascoltato nel giorno dell’angoscia! Ha ascoltato il mio grido! Finalmente un bagliore di cielo ha fatto capolino nelle tenebre della mia esistenza!  Con tanta forza, fiducia e costanza, per grazia è rinata nel mio cuore la preghiera, ero certo che quella era la strada giusta, era la strada della libertà interiore, della mia salvezza! Con il tempo mi sono reso conto che da sempre il Signore mi ha preso in braccio, che ha sempre camminato con me affiancandomi le giuste persone, fino a quando è riuscito a strapparmi dal profondo il grido di aiuto e raccogliere dalla terra e benedire quelle lacrime di figlio tanto amato che non riusciva più a vivere.

Il mio cammino spirituale è iniziato da subito e poi da subito il cammino di discernimento, fino a quando, nel 2013, con grande gioia sono entrato nella Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue per seguire l’unico vero Tesoro al quale ogni uomo deve anelare. Ecco chi è questo grande Tesoro; è l’Amore profondo, concreto, è l’Acqua Viva che consola e che risana i cuori umiliati e feriti. Che ridona, a chi l’ha smarrita, quella dignità di figlio e di uomo tanto amato e tanto desiderato da sempre, che ti ama così come sei con tutti i tuoi difetti. Questo è il motivo per il quale ho desiderato e scelto questa strada, ho semplicemente risposto alla Sua chiamata che negli ultimi anni ha bussato forte nel mio cuore, ho detto Si a Colui che ha versato il Suo Sangue anche per me. Dio non guarda il nostro passato ma ci incoraggia a viver meglio guardando a Lui, a credere, sperare e amare; così, abbiamo la certezza di poter contare in ogni istante su tutto il Suo Amore. Egli è il Padre Misericordioso sempre pronto a donarci il suo amore e che sempre, fino all’ultimo, spera che noi ritorniamo a Lui e che ci buttiamo nelle Sue braccia senza paura perché ci vuole con sé, ci vuole proteggere e rendere liberi dalle schiavitù del mondo. Abbandoniamoci dunque senza esitazioni alla tenerezza del Padre innamorato e davvero vivremo felicemente immersi nel Suo Amore.

Non perdere l'opportunità di seguire in tempo reale tutti i progetti e le attività dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Ricevi la nostra newsletter: l'iscrizione è veloce e gratuita.

Iscrizione alla Newsletter

Privacy

12 + 15 =