testimonianze vocazionali

Vito Virzì

“Lunghe e misteriose vie”

 

Mi chiamo Vito e ho 26 anni, sono nato a Catania ma ho sempre vissuto a Cremona, intraprendo giusto ora il secondo anno di seminario. Grazie ai miei due genitori e a mia sorella posso dire di aver trascorso una felice e serena infanzia. La mia storia prende una svolta a 14 anni nel momento in cui mi fu concessa la possibilità di inseguire il mio sogno. Sentivo forte il desiderio di andare per mare, convinsi i miei genitori ad iscrivermi all’istituto nautico di Genova. Vissi quel primo anno di superiori in un convitto con altri ragazzi, purtroppo le cose non andarono come sarebbero dovute andare. Non ero ancora abbastanza maturo per poter realizzare questo mio desiderio, dopo  quell’esperienza ritornai a casa. Frequentai l’istituto professionale agrario e al termine della scuola mi sono impegnato a cercare un lavoro a Genova. Sentivo il vuoto esistenziale degli anni che passavano e in questo momento difficile sorsero in me le domande sul senso ultimo della vita, mi rivolsi a un convento dei padri cappuccini lì vicino. La presenza di un frate che si prese cura di me e mi accompagnò in quegli anni delicati e difficili della mia adolescenza, fu fondamentale in una svolta del mio cammino.
L’invito di una signora di Cremona mi portò a vivere una settimana a Medjugorje, esperienza che rimane fissata nel mio animo, che mi ha portato ad avvicinarmi in quel luogo di preghiera alla vita dei sacramenti. Tornato a casa, sentendo il vuoto che quella esperienza di pace mi aveva lasciato dentro decisi quasi istintivamente, di chiamare padre Luca e gli chiesi se fosse possibile passare un periodo nel loro convento a Genova. Dissi che desideravo solo pregare e restare un po’ in quel silenzio. Stetti lì 4 mesi, dall’alto della montagna la mia celletta sporgeva proprio su quel mare che tanto amavo. Dopo questa esperienza non fui più abbandonato dal desiderio di donare in modo totale la mia vita al Signore; se un Dio c’era, a lui apparteneva la mia esistenza. Per lunghe e misteriose vie ho conosciuto i Missionari del Preziosissimo Sangue. Ringrazio il Signore per le persone che mi stanno dando fiducia e perché sa trarre bene anche da vie a volte meno buone, forse un sogno termina perché se ne realizzi uno più grande e più bello.

Non perdere l'opportunità di seguire in tempo reale tutti i progetti e le attività dei Missionari del Preziosissimo Sangue. Ricevi la nostra newsletter: l'iscrizione è veloce e gratuita.

Iscrizione alla Newsletter

Privacy

12 + 6 =